Tuesday October 16th 2012, 6 pm – Hall of the Italian Consulate - Alexandria of Egypt THE ITALIAN PRESENCE IN 19TH AND 20TH CENTURY ALEXANDRIA Opening of the photographic exhibition curated by the architect Mariangela Turchiarulo, from the Politecnico di Bari. Her 22 black and white photographs explore the contribution of Italian architects to the urban development of the modern city of Alexandria between 1850 and 1950. The constructions range from diplomatic buildings, such as the elegant headquarters of the Consulate of Italy overlooking the sea, to structures hosting financial transactions and commercial activities, like the austere Banco di Roma building and the sumptuous Okelle Monferrato store; from institutional palaces, such as the Montazah Palace, the Florentine-style summer residence of the Royal Family, to religious buildings , like the mosques of Al Qa'ed Ibrahim and Abu Al-Abbas Al-Mursi which, with its four impressive domes, arabesque motifs and tall minaret, still today ranks as the largest mosque in Alexandria. The architectural history of Alexandria is in fact evidence of a melting pot of communities with various origins and cultures, who lived peacefully and pieced together the texture of the city, building up the thriving modern Alexandria. The Italian contribution to the process was extensive and prestigious and fully deserves being duly celebrated and remembered, as is the intention of this exhibition.

Martedì, 16 ottobre 2012, h 18 – Atrio del Consolato d’Italia - Alessandria d'Egitto LA PRESENZA ITALIANA AD ALESSANDRIA TRA ‘800 E ‘900 Attraverso ventidue scatti in bianco e nero, la mostra fotografica offre una selezione mirata e simbolica di architetture progettate e costruite ad Alessandria, tra il 1850 ed il 1950, attraverso l’arte e l’ingegno dei maestri d’opera italiani. Si tratta di edifici del genere più vario, da quelli diplomatici, quale l’elegante sede del Consolato d’Italia affacciata sul mare, a quelli rappresentativi del mondo sia finanziario e commerciale, come l’austero palazzo del Banco di Roma ed il sontuoso edificio dei grandi magazzini Okelle Monferrato; da quelli istituzionali, come il Palazzo di Montaza, residenza estiva in stile fiorentino della famiglia reale egiziana, a quelli religiosi, come le moschee di Al Qa'ed Ibrahim e di Abu Al-Abbas Al-Mursi, che con le sue quattro cupole imponenti, gli arabeschi e l’alto minareto, è tutt’ora la più grande di tutta Alessandria. La storia urbana di Alessandria è la storia di un crogiuolo di comunità di origini geografiche e culturali diverse, che convissero pacificamente insieme e lavorarono per la costruzione della fiorente città moderna. E l’apporto italiano è stato prestigioso e vasto, e merita di essere ricordato, come questa mostra, curata dall’Arch. Mariangela Turchiarulo, appassionatamente si propone.

THE ITALIAN PRESENCE IN 19TH AND 20TH CENTURY ALEXANDRIA. Photographic exhibition: hall of the Italian Consulate, Alexandria of Egypt

TURCHIARULO, Mariangela
2012-01-01

Abstract

Martedì, 16 ottobre 2012, h 18 – Atrio del Consolato d’Italia - Alessandria d'Egitto LA PRESENZA ITALIANA AD ALESSANDRIA TRA ‘800 E ‘900 Attraverso ventidue scatti in bianco e nero, la mostra fotografica offre una selezione mirata e simbolica di architetture progettate e costruite ad Alessandria, tra il 1850 ed il 1950, attraverso l’arte e l’ingegno dei maestri d’opera italiani. Si tratta di edifici del genere più vario, da quelli diplomatici, quale l’elegante sede del Consolato d’Italia affacciata sul mare, a quelli rappresentativi del mondo sia finanziario e commerciale, come l’austero palazzo del Banco di Roma ed il sontuoso edificio dei grandi magazzini Okelle Monferrato; da quelli istituzionali, come il Palazzo di Montaza, residenza estiva in stile fiorentino della famiglia reale egiziana, a quelli religiosi, come le moschee di Al Qa'ed Ibrahim e di Abu Al-Abbas Al-Mursi, che con le sue quattro cupole imponenti, gli arabeschi e l’alto minareto, è tutt’ora la più grande di tutta Alessandria. La storia urbana di Alessandria è la storia di un crogiuolo di comunità di origini geografiche e culturali diverse, che convissero pacificamente insieme e lavorarono per la costruzione della fiorente città moderna. E l’apporto italiano è stato prestigioso e vasto, e merita di essere ricordato, come questa mostra, curata dall’Arch. Mariangela Turchiarulo, appassionatamente si propone.
Tuesday October 16th 2012, 6 pm – Hall of the Italian Consulate - Alexandria of Egypt THE ITALIAN PRESENCE IN 19TH AND 20TH CENTURY ALEXANDRIA Opening of the photographic exhibition curated by the architect Mariangela Turchiarulo, from the Politecnico di Bari. Her 22 black and white photographs explore the contribution of Italian architects to the urban development of the modern city of Alexandria between 1850 and 1950. The constructions range from diplomatic buildings, such as the elegant headquarters of the Consulate of Italy overlooking the sea, to structures hosting financial transactions and commercial activities, like the austere Banco di Roma building and the sumptuous Okelle Monferrato store; from institutional palaces, such as the Montazah Palace, the Florentine-style summer residence of the Royal Family, to religious buildings , like the mosques of Al Qa'ed Ibrahim and Abu Al-Abbas Al-Mursi which, with its four impressive domes, arabesque motifs and tall minaret, still today ranks as the largest mosque in Alexandria. The architectural history of Alexandria is in fact evidence of a melting pot of communities with various origins and cultures, who lived peacefully and pieced together the texture of the city, building up the thriving modern Alexandria. The Italian contribution to the process was extensive and prestigious and fully deserves being duly celebrated and remembered, as is the intention of this exhibition.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11589/105892
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact