Le seduzioni della scrittura contro la perentorietà delle "notazioni urbane"