Lo studio approfondisce le problematiche connesse alla tutela di un grande palinsesto architettonico: l’ex monastero di Santa Chiara, cresciuto a partire dal XV secolo insieme ad altri edifici sull’impianto romano nella zona sud-est del palazzo di Diocleziano a Spalato realizzato dal 295 al 305 d.C. L’indagine ha inteso offrire, attraverso le progressive acquisizioni, criteri e metodi finalizzati alla corretta conservazione di quell’emergenza architettonica inscindibilmente legata ad un concetto ambientale di straordinario interesse, ma umiliato da profonde manomissioni.

L'ex monastero di S. Chiara nel Palazzo di Diocleziano a Spalato. Come salvaguardare l'identità di un luogo

De Cadilhac, R.
2002

Abstract

Lo studio approfondisce le problematiche connesse alla tutela di un grande palinsesto architettonico: l’ex monastero di Santa Chiara, cresciuto a partire dal XV secolo insieme ad altri edifici sull’impianto romano nella zona sud-est del palazzo di Diocleziano a Spalato realizzato dal 295 al 305 d.C. L’indagine ha inteso offrire, attraverso le progressive acquisizioni, criteri e metodi finalizzati alla corretta conservazione di quell’emergenza architettonica inscindibilmente legata ad un concetto ambientale di straordinario interesse, ma umiliato da profonde manomissioni.
La tutela del patrimonio architettonico nel bacino del Mediterraneo: esperienze a confronto
88-8082-462-7
Adda
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11589/13361
Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact