The essay suggests an inter- pretation on the topic of relationship be- tween landscape and places of extrac- tion, through the declination of re-cycling as an approach at different scales, to define strategies and metodological ac- tivities, which allow to update and inno- vate the principles upon which is based the relationship between exploitation, transformation and disposal of the quar- ries. The case of Apulia represents a significant field, considering at least for two issues: the role assumed by the ac- tivity of stone extraction in the regional economy, although nowdays is not im- plemented by activities of transforma- tion of the matter in loco; also for the dimensional relevance of the landscapes of quarries, mainly connected to private interests, and for the activities, and re- sulting environmental implications.

Il contributo propone una chiave di lettura sul tema del rapporto tra paesaggio e luoghi dell’estrazione attraverso la declinazione dell’idea di rici- claggio a un approccio su scale differenti, per definire strategie e metodologie operative che consentano di aggiornare e innovare i principi su cui si basa il rapporto tra sfruttamento, trasformazione e dismissione delle cave. Il caso della Puglia rappresenta un ambito particolarmente rilevante per almeno due ordini di ragioni: per il ruolo che l’attività estrattiva occupa nell’economia globale della regione, seppur non affiancato da un’adeguata attività locale di trasformazione, e per la rilevanza dimensionale del paesaggio dei bacini estrattivi e delle attività a essi connesse in relazione alle loro implicazioni ambientali.

Riciclare le cave di Puglia: tra paesaggio primario e infrastruttura produttiva = The quarries’ landscape: environmental and productional valorization, between extraction and building

Bagnato, Vincenzo Paolo;Paris, Spartaco
2013-01-01

Abstract

Il contributo propone una chiave di lettura sul tema del rapporto tra paesaggio e luoghi dell’estrazione attraverso la declinazione dell’idea di rici- claggio a un approccio su scale differenti, per definire strategie e metodologie operative che consentano di aggiornare e innovare i principi su cui si basa il rapporto tra sfruttamento, trasformazione e dismissione delle cave. Il caso della Puglia rappresenta un ambito particolarmente rilevante per almeno due ordini di ragioni: per il ruolo che l’attività estrattiva occupa nell’economia globale della regione, seppur non affiancato da un’adeguata attività locale di trasformazione, e per la rilevanza dimensionale del paesaggio dei bacini estrattivi e delle attività a essi connesse in relazione alle loro implicazioni ambientali.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
4301-Article Text-4266-1-1-20190919.pdf

accesso aperto

Tipologia: Versione editoriale
Licenza: Tutti i diritti riservati
Dimensione 990.63 kB
Formato Adobe PDF
990.63 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11589/192979
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact