The research of the image of the “Borgo Murattiano” in the city of Bari, founded in the early nineteenth century, starts from the representation of urban fronts of the blocks, and is aimed to measure, disassemble and display variations of an architectural language that was being transformed gradually. The metric and perceptive surveys on the existing city and the construction of synthetic graphical models are compared with the analysis of the historical iconographic material, which reveals a city that plans to expand into a chessboard and a topology expressing a stylistic address whose formal purity emerges in the language of its architecture. These characters are evident in the design drawings reviewed by building commissions whose choices were oriented towards a defined image of the city. Therefore representation, through its hermeneutical power, enables us to recognize the complex and multifaceted identity of the city, and becomes an instrument capable of leading government actions and protective interventions

La ricerca dell’immagine di Bari murattiana connette diverse azioni, struttura un sistema linguistico che attraversa la storia e suggerisce contenuti. Studiare le mappe storiche che raccontano una città che mostra la volontà progettuale di espansione a scacchiera, leggere nella topologia di quello sviluppo un indirizzo stilistico la cui purezza formale si ritrova nel linguaggio della sua architettura, ritrovare negli archivi i progetti revisionati dalle commissioni edilizie che orientavano le scelte progettuali verso una definita immagine di città, sovvertita poi dalle sperimentazioni del ‘900, ridisegnare i fronti urbani in cui le facciate otto-novecentesche si confrontano con esempi più recenti, architetture colte o edilizia corrente, significa orientare azioni di governo verso il riconoscimento di un’identità complessa e multiforme. Il modello grafico dei fronti urbani definisce un’immagine unitaria della città, fa emergere nodi irrisolti e dichiara, attraverso il suo potere prefigurativo, soluzioni e interventi di tutela. Il contributo “L’unità minima di analisi: dall’architettura al dettaglio“, a firma singola dall’autrice, sposta l’attenzione sul percorso metodologico della ricerca ed evidenzia il ruolo svolto dalla rappresentazione nell’indagine. Particolare attenzione è rivolta all’analisi della documentazione grafica di archivio e del linguaggio iconico dei disegni di progetto.

Bari Disegno Architetture (BDA_Borgo Murattiano). Archivio visivo (e visionario) della città a 200 anni dalla sua fondazione

Valentina Castagnolo;
2014

Abstract

La ricerca dell’immagine di Bari murattiana connette diverse azioni, struttura un sistema linguistico che attraversa la storia e suggerisce contenuti. Studiare le mappe storiche che raccontano una città che mostra la volontà progettuale di espansione a scacchiera, leggere nella topologia di quello sviluppo un indirizzo stilistico la cui purezza formale si ritrova nel linguaggio della sua architettura, ritrovare negli archivi i progetti revisionati dalle commissioni edilizie che orientavano le scelte progettuali verso una definita immagine di città, sovvertita poi dalle sperimentazioni del ‘900, ridisegnare i fronti urbani in cui le facciate otto-novecentesche si confrontano con esempi più recenti, architetture colte o edilizia corrente, significa orientare azioni di governo verso il riconoscimento di un’identità complessa e multiforme. Il modello grafico dei fronti urbani definisce un’immagine unitaria della città, fa emergere nodi irrisolti e dichiara, attraverso il suo potere prefigurativo, soluzioni e interventi di tutela. Il contributo “L’unità minima di analisi: dall’architettura al dettaglio“, a firma singola dall’autrice, sposta l’attenzione sul percorso metodologico della ricerca ed evidenzia il ruolo svolto dalla rappresentazione nell’indagine. Particolare attenzione è rivolta all’analisi della documentazione grafica di archivio e del linguaggio iconico dei disegni di progetto.
VI Convegno Internazionale di Studi CIRICE 2014
978-88-495-2814-5
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11589/20325
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact