The celebration of the fortieth anniversary of Gio Ponti’s death, other than moments of depth on his figure, become occasions of renewed reflection on the whole Italian and international architectural culture, in a context in which the visions and the ideas about modernity by the Milan architect appear emblematic and topical in relationship with the ever-changing socio-cultural conditions of our time. The new paradigm of the design culture, with special reference to technology and industrial design, rediscover in the Ponti’s figure important lessons with regarding the even more heteronymic and hybrid condition of architecture, as long as they show a still possible synthesis between urbam, architectural and design scale.

Le celebrazioni per il quarantennale della scomparsa di Gio Ponti si rivelano, oltre che momenti di approfondimento sulla sua figura, occasioni di rinnovate riflessioni sull’intera cultura architettonica italiana e internazionale, in un contesto in cui le visioni e le idee di modernità dell’architetto milanese appaiono emblematiche ed attuali rispetto alle mutevoli condizioni socio-culturali del nostro tempo. I nuovi paradigmi della cultura del progetto, con particolare riferimento alla sfera tecnologica e del design, riscoprono nella figura di Ponti importanti insegnamenti rispetto alla condizione sempre più eteronomica e ibrida dell’architettura, nella misura in cui rivelano una sintesi ancora possibile tra scala urbana, architettonica e del design.

Eteronomia del progetto tra architettura e design: l'insegnamento di Gio Ponti = Heteronomy of architecture and design: the teaching of Gio Ponti

Bagnato, Vincenzo Paolo;Labalestra, Antonio
2021-01-01

Abstract

Le celebrazioni per il quarantennale della scomparsa di Gio Ponti si rivelano, oltre che momenti di approfondimento sulla sua figura, occasioni di rinnovate riflessioni sull’intera cultura architettonica italiana e internazionale, in un contesto in cui le visioni e le idee di modernità dell’architetto milanese appaiono emblematiche ed attuali rispetto alle mutevoli condizioni socio-culturali del nostro tempo. I nuovi paradigmi della cultura del progetto, con particolare riferimento alla sfera tecnologica e del design, riscoprono nella figura di Ponti importanti insegnamenti rispetto alla condizione sempre più eteronomica e ibrida dell’architettura, nella misura in cui rivelano una sintesi ancora possibile tra scala urbana, architettonica e del design.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
9943-Article Text-29039-1-10-20210706.pdf

accesso aperto

Tipologia: Versione editoriale
Licenza: Creative commons
Dimensione 2.04 MB
Formato Adobe PDF
2.04 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11589/227327
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • Scopus 0
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? 0
social impact