L’area archeologica subito a nord del poggetto del trecentesco convento di San Nicola fu sistematicamente scavata da Ernesto De Miro e la sua équipe in più cam¬pagne di scavo a partire dal 1988. Inizialmente fu inda¬gata la zona più meridionale, comprendente il bouleute¬rion, per poi approfondire la ricerca nel settore a nord di questo, dove venne messo in luce in più campagne di scavo fino al 2005-2006 un piazzale porticato con un edificio templare al centro. Il complesso monumenta¬le rinvenuto fu interpretato come un santuario oppure come una piazza forense, ampliamento dell’area civica dell’agorà sulla quale affacciavano il bouleuterion e, più a sud, l’ekklesiasterion e probabilmente, nell’area ad est di questo, un teatro; nell’insieme si tratta quindi di un luogo centrale per la comprensio¬ne dei percorsi urbani della topografia antica della città, specie nel passaggio, ancora in parte da chiarire, tra l’età ellenistica e la romanizzazione. A partire dall’ottobre 2012, è stata iniziata una revisione critica delle ricerche pregresse per lo studio delle aree monumentali di Agrigento presso l’agorà superiore, anche ai fini della sua valorizzazione.

Il complesso porticato a Nord dell’Agorà

Monica Livadiotti
;
Antonello Fino
2017

Abstract

L’area archeologica subito a nord del poggetto del trecentesco convento di San Nicola fu sistematicamente scavata da Ernesto De Miro e la sua équipe in più cam¬pagne di scavo a partire dal 1988. Inizialmente fu inda¬gata la zona più meridionale, comprendente il bouleute¬rion, per poi approfondire la ricerca nel settore a nord di questo, dove venne messo in luce in più campagne di scavo fino al 2005-2006 un piazzale porticato con un edificio templare al centro. Il complesso monumenta¬le rinvenuto fu interpretato come un santuario oppure come una piazza forense, ampliamento dell’area civica dell’agorà sulla quale affacciavano il bouleuterion e, più a sud, l’ekklesiasterion e probabilmente, nell’area ad est di questo, un teatro; nell’insieme si tratta quindi di un luogo centrale per la comprensio¬ne dei percorsi urbani della topografia antica della città, specie nel passaggio, ancora in parte da chiarire, tra l’età ellenistica e la romanizzazione. A partire dall’ottobre 2012, è stata iniziata una revisione critica delle ricerche pregresse per lo studio delle aree monumentali di Agrigento presso l’agorà superiore, anche ai fini della sua valorizzazione.
Agrigento. Nuove ricerche sull’area pubblica
978-88-7140-796-8
Quasar
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11589/239848
Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact