ALBERTO BURRI: L'INTERVENTO A GIBELLINA "La riappropriazione del luogo"