Sulle caratteristiche del moto in regime di vena su un dissipatore a gradini