In an overview of fortresses in Apulia we can discern different architectural styles, which are the result of alterations made over the centuries. Here, we would like to draw attention to a little known aspect of the fortresses, that of their intrinsic form, better expressed by the term "form factor". For brevity, we shall investigate two structures in Apulia, which had very different functions, the castle of Monte Sant'Angelo (FG) and Castel del Monte in the countryside near Andria (BAT). Although the "forms" are different, both were used for similar functions, given that the first rulers and their descendants inhabited them. The historical events of the castle on Monte Sant'Angelo are varied: from being built in honour of the Archangel, to being a war machine, a safe haven for Crusaders leaving for the Holy Land, and finally a prison and animal shelter. It was certainly the largest military machine in the Gargano, and was modified over time to adapt to the changing tactics of war. On the other hand, Castel del Monte is not a true fortress, since it lacks the moat, bastion, drawbridge and all those characteristics which identify it as such. While not a fortress, this site, like Monte Sant'Angelo, was a shelter for robbers and farm animals, a safe haven to escape from the plague, and later a prison, for 12,000 days, for Frederick, Henry and Enzo, sons of Manfred of Hohenstaüfen, nephews of the Emperor Frederick II of Swabia.

Il contributo vuole portare l’attenzione su un aspetto poco indagato delle fortezze, ovvero quello della loro forma intrinseca, meglio espresso con il termine “form factor”. Qui, per brevità, si indagano due strutture pugliesi, che hanno avuto funzioni molto diverse tra loro; il castello di Monte Sant’Angelo (Fg.) e Castel del Monte nell’agro di Andria (BAT). Pur avendo “forme” diverse, entrambe sono state utilizzate per funzioni simili, in quanto, i regnanti prima e i loro discendenti poi le hanno vissute in qualche modo. Le vicende storiche del castello di Monte Sant'Angelo sono state diverse: dall’essere creato in onore dell’Arcangelo, a macchina bellica, a rifugio sicuro per i crociati in partenza per la Terra Santa, sino a prigione ed infine a ricovero per animali. Certamente si può dire che si tratta della macchina bellica più importante dell’area del Gargano, che si è sviluppata nel corso del tempo per adattarsi all’evolversi delle tattiche belliche. Contrariamente, Castel del Monte non è una vera fortezza, mancando il fossato, il rivellino, il ponte levatoio e tutte quelle caratteristiche che lo identificano come tale. Pur non essendo una fortezza, anche questo sito, come Monte S. Angelo, è stato un ricovero per briganti e bestiame, un luogo sicuro per sfuggire alla peste ed infine una prigione, per 12.000 giorni, per Federico, Enrico ed Enzo, figli di Manfredi di Hohenstaufen, nipoti dell’imperatore Federico II di Svevia.

The "form factor" in the costruction of Monte Sant'Angelo and Castel del Monte

MONGIELLO, Giovanni
2012-01-01

Abstract

Il contributo vuole portare l’attenzione su un aspetto poco indagato delle fortezze, ovvero quello della loro forma intrinseca, meglio espresso con il termine “form factor”. Qui, per brevità, si indagano due strutture pugliesi, che hanno avuto funzioni molto diverse tra loro; il castello di Monte Sant’Angelo (Fg.) e Castel del Monte nell’agro di Andria (BAT). Pur avendo “forme” diverse, entrambe sono state utilizzate per funzioni simili, in quanto, i regnanti prima e i loro discendenti poi le hanno vissute in qualche modo. Le vicende storiche del castello di Monte Sant'Angelo sono state diverse: dall’essere creato in onore dell’Arcangelo, a macchina bellica, a rifugio sicuro per i crociati in partenza per la Terra Santa, sino a prigione ed infine a ricovero per animali. Certamente si può dire che si tratta della macchina bellica più importante dell’area del Gargano, che si è sviluppata nel corso del tempo per adattarsi all’evolversi delle tattiche belliche. Contrariamente, Castel del Monte non è una vera fortezza, mancando il fossato, il rivellino, il ponte levatoio e tutte quelle caratteristiche che lo identificano come tale. Pur non essendo una fortezza, anche questo sito, come Monte S. Angelo, è stato un ricovero per briganti e bestiame, un luogo sicuro per sfuggire alla peste ed infine una prigione, per 12.000 giorni, per Federico, Enrico ed Enzo, figli di Manfredi di Hohenstaufen, nipoti dell’imperatore Federico II di Svevia.
Between East and West Transposition of cultural systems and military technology of fortified landscape.
978-88-7970-564-6
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11589/22540
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact