Siting solid waste treatment or disposal plants is a complex process involving politicians, technicians as well as citizens. As matter of fact, all over the world there is great opposition about the localization of plants. For each kind of plants it is necessary to define the more appropriate area for the localization as well as the shared technical-administrative procedure. In countries, with an administrative organization similar to Italy, the “Province” is the more suitable area for the siting of both landfills and incinerators. While, the “Mountain Community” is the more appropriate area for a composting plant. In particular, the paper pres- ents and discusses the results obtained about the siting of a composting plant in the Province of Avellino, in Campania Region, in Southern Italy. The sites, hypothetically suitable for the plant localization, have been defined by means of a technical-administrative procedure. After, the sites’ list has been ordered using the multi-criteria technique known as “Analytic Hierarchy Process” (AHP). Since it is necessary to make a choice among several alternatives, it was required to define a set of multi-attribute qualitative and quantitative criteria. The following are the three peculiar elements of the defined procedure: 10 multi-attribute criteria; the use of a “priority stair” for the weights attribution; citizens were represented by “Pro Loco” associations. The results obtained after the performed simulation confirmed that it is possible to obtain a final sorting of suitable sites by means of a clear and transparent methodology based on both tech- nical and social aspects.

La localizzazione d’impianti per il trattamentoo lo smaltimento di rifiuti solidi è un processo piuttostocomplesso che vede coinvolti Amministratori, Tecnici e Cit-tadini e dove fatti recenti e passati testimoniano le notevo-li difficoltà, spesso insormontabili, che s’incontrano neltentativo di giungere all’individuazione di siti idonei adospitare gli impianti. Per ogni tipologia impiantistica dalocalizzare, si rende necessario definire l’ambito territoria-le di riferimento e la procedura tecnico-amministrativacompartecipata da adottare per la scelta ottimale tra idiversi siti individuati. Per una discarica e per un incene-ritore l’ambito di riferimento non può che essere l’interaprovincia in oggetto, mentre per un impianto di compo-staggio si suggerisce di fare riferimento al territorio di unaComunità Montana. Nell’articolo sono presentati e discus-si i risultati di uno studio sulla localizzazione di un impian-to di compostaggio nel territorio di una ComunitàMontana della provincia di Avellino. Attraverso la defini-zione di una procedura tecnico-amministrativa si è perve-nuti all’individuazione dei siti potenzialmente idonei allalocalizzazione e poi alla scelta dell’ordinamento dei sitiindividuati mediante l’applicazione della metodologia dianalisi-multicriteriale AHP (Analityc Hierarchy Process). Ilricorso ad una tecnica di analisi multicriteriale si è resoindispensabile in quanto si ha la necessità di scegliere trapiù alternative progettuali sulla base di attributi di variogenere e natura anche di carattere intangibile o comunquenon facilmente misurabili in termini monetari. I tre ele-menti peculiari della procedura definita: il ricorso a 10 cri-teri di scelta; l’utilizzo di una “scala delle priorità” perl’attribuzione dei pesi; il ricorso alle Pro Loco come entichiamati a rappresentare i cittadini. Dai risultati dellasimulazione effettuata è emerso che è possibile perveniread un ordinamento finale dei siti potenzialmente idoneiattraverso l’applicazione di una metodologia chiara e tra-sparente che tiene in conto sia gli aspetti meramente tecni-ci della localizzazione sia la partecipazione di tutti gliattori del processo localizzativo

“1 impianto × 1 comunità”: linee guida per la localizzazionedi un impianto di compostaggio nel territorio di una comunità montana = “1 Plant × 1 Community”: Guideline for siting a composting plant in the territory of a mountain community

De Gisi, Sabino
2008

Abstract

La localizzazione d’impianti per il trattamentoo lo smaltimento di rifiuti solidi è un processo piuttostocomplesso che vede coinvolti Amministratori, Tecnici e Cit-tadini e dove fatti recenti e passati testimoniano le notevo-li difficoltà, spesso insormontabili, che s’incontrano neltentativo di giungere all’individuazione di siti idonei adospitare gli impianti. Per ogni tipologia impiantistica dalocalizzare, si rende necessario definire l’ambito territoria-le di riferimento e la procedura tecnico-amministrativacompartecipata da adottare per la scelta ottimale tra idiversi siti individuati. Per una discarica e per un incene-ritore l’ambito di riferimento non può che essere l’interaprovincia in oggetto, mentre per un impianto di compo-staggio si suggerisce di fare riferimento al territorio di unaComunità Montana. Nell’articolo sono presentati e discus-si i risultati di uno studio sulla localizzazione di un impian-to di compostaggio nel territorio di una ComunitàMontana della provincia di Avellino. Attraverso la defini-zione di una procedura tecnico-amministrativa si è perve-nuti all’individuazione dei siti potenzialmente idonei allalocalizzazione e poi alla scelta dell’ordinamento dei sitiindividuati mediante l’applicazione della metodologia dianalisi-multicriteriale AHP (Analityc Hierarchy Process). Ilricorso ad una tecnica di analisi multicriteriale si è resoindispensabile in quanto si ha la necessità di scegliere trapiù alternative progettuali sulla base di attributi di variogenere e natura anche di carattere intangibile o comunquenon facilmente misurabili in termini monetari. I tre ele-menti peculiari della procedura definita: il ricorso a 10 cri-teri di scelta; l’utilizzo di una “scala delle priorità” perl’attribuzione dei pesi; il ricorso alle Pro Loco come entichiamati a rappresentare i cittadini. Dai risultati dellasimulazione effettuata è emerso che è possibile perveniread un ordinamento finale dei siti potenzialmente idoneiattraverso l’applicazione di una metodologia chiara e tra-sparente che tiene in conto sia gli aspetti meramente tecni-ci della localizzazione sia la partecipazione di tutti gliattori del processo localizzativo
RS RIFIUTI SOLIDI
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11589/82684
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact