In fissured media, especially in karstified rocks, the high heterogeneity, the groundwater flow velocity, the presence of directions and preferential flow levels are factors that bring to uncertainty in planning remediation interventions. Moreover the anisotropy of the physical parameters and the relating different hydrodynamic conditions determine variability and correlation in their spatial distributions that could be well represented throughout geostatistical analysis of the data. The study has been carried out in a specific area, situated in the city centre of Bari, in which the aquifer is heavily contaminated by petroliferous products. Geomechanical data obtained in the carried out boreholes during the different sampling campaigns have been used and in particular the population of RQD (Rock Quality Designation) values has been considered. The simulation of flow obtained applying the finite element computer code Feflow 5.1 (Wasy) and the results of transport simulation have showed a different behavior at all investigated depths. The obtained results delineate a partly different scenario from the one that was defined on the basis of the previously carried out investigations. This three dimensional model represent the essential basis to study the dynamic behavior of the aquifer during any remediation intervention in order to allow optimizations on the theoretic and economic point of view and verifications of the effective functionality of the system; moreover it could be helpful during the monitoring of groundwater quality

In mezzi fessurati, soprattutto in rocce carsificate, la pronunciata eterogeneità, la velocità del flusso idrico, la presenza di direzioni e livelli di flusso preferenziali sono tutti fattori che comportano incertezza nella progettazione degli interventi di bonifica. Inoltre l’anisotropia dei parametri fisici e le relative differenti condizioni idrodinamiche, determinano variabilità e correlazioni nelle loro distribuzioni spaziali che possono essere ben rappresentate mediante analisi geostatistica dei dati. Lo studio è stato condotto in un’area specifica, sita nella città di Bari, in cui l’acquifero risulta pesantemente contaminato da sostanze petrolifere. Sono stati utilizzati, tra l’altro, anche i dati geomeccanici rilevati nei sondaggi effettuati nelle varie campagne di indagine ed in particolare si è considerata la popolazione dei valori dell’RQD (Rock Quality Designation). La simulazione del flusso ottenuta applicando il codice di calcolo agli elementi finiti Feflow 5.1 (Wasy) e i risultati della simulazione del trasporto hanno mostrato un comportamento differente alle varie profondità investigate. I risultati ottenuti delineano uno scenario in parte diverso da quello che era stato definito sulla base delle indagini precedentemente condotte. Il modello tridimensionale ottenuto rappresenta la base essenziale per studiare il comportamento dinamico dell’acquifero durante qualsiasi intervento di bonifica al fine di consentire ottimizzazioni dal punto di vista tecnico ed economico e verifiche dell’effettiva funzionalità del sistema. Ciò non solo ai fini della progettazione della bonifica ma anche del monitoraggio della qualità della falda.

Approccio geostatistico per la simulazione del flusso e del trasporto nel calcare di Bari

Concetta Immacolata Giasi
2005

Abstract

In mezzi fessurati, soprattutto in rocce carsificate, la pronunciata eterogeneità, la velocità del flusso idrico, la presenza di direzioni e livelli di flusso preferenziali sono tutti fattori che comportano incertezza nella progettazione degli interventi di bonifica. Inoltre l’anisotropia dei parametri fisici e le relative differenti condizioni idrodinamiche, determinano variabilità e correlazioni nelle loro distribuzioni spaziali che possono essere ben rappresentate mediante analisi geostatistica dei dati. Lo studio è stato condotto in un’area specifica, sita nella città di Bari, in cui l’acquifero risulta pesantemente contaminato da sostanze petrolifere. Sono stati utilizzati, tra l’altro, anche i dati geomeccanici rilevati nei sondaggi effettuati nelle varie campagne di indagine ed in particolare si è considerata la popolazione dei valori dell’RQD (Rock Quality Designation). La simulazione del flusso ottenuta applicando il codice di calcolo agli elementi finiti Feflow 5.1 (Wasy) e i risultati della simulazione del trasporto hanno mostrato un comportamento differente alle varie profondità investigate. I risultati ottenuti delineano uno scenario in parte diverso da quello che era stato definito sulla base delle indagini precedentemente condotte. Il modello tridimensionale ottenuto rappresenta la base essenziale per studiare il comportamento dinamico dell’acquifero durante qualsiasi intervento di bonifica al fine di consentire ottimizzazioni dal punto di vista tecnico ed economico e verifiche dell’effettiva funzionalità del sistema. Ciò non solo ai fini della progettazione della bonifica ma anche del monitoraggio della qualità della falda.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11589/9621
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact