Information management technologies have shown a great potential in the field of Cultural Heritage (CH). Enriching three-dimensional digital models with heterogeneous data sets appears to be very important for heritage preservation. The present research, concerning the Baths of Diocletian (Rome), pursues the aim of showing how the A-BIM approach (Archaeological Building Information Modeling) can be useful during the entire preservation process: from the survey site and the collection of archive information of an archeolog- ical, to the creation of a three-dimensional model with three different levels of detail (low, medium, high), capable of conveying information that can be accessed easily and integrated along with the evo- lution of the architectural asset, thus helping both the management and the conservation procedures.

Le tecnologie di gestione delle informazioni dimostrano grandi potenzialità anche nel settore dei Beni Culturali (CH). L’arricchimento semantico di modelli digitali tridimensionali mediante l’integrazione di set di dati eterogenei è di fondamentale importanza per la loro conservazione. La presenta ricerca, applicata al caso studio delle Terme di Diocleziano (Roma), si pone l’obiettivo di illustrare come l’approccio A-BIM (Archaeological Building Information Modeling) sia di ausilio al pro- cesso che, partendo dal rilievo del bene archeologico e dalla raccolta delle informazioni di archivio e rilievo, giunge alla realizzazione di un modello tridimensionale a tre diversi livelli di dettaglio (basso, medio, alto), contenitore di informazioni interrogabili e integrabili con l’evoluzione del bene, utilizzabili per la sua corretta gestione e conservazione.

La documentazione digitale del patrimonio costruito attraverso l’A-BIM. Il caso studio delle Terme di Diocleziano, Roma

Verdoscia, C.;Musicco, A.;Tavolare, R.;Buldo M.;Pepe N.
2021-01-01

Abstract

Le tecnologie di gestione delle informazioni dimostrano grandi potenzialità anche nel settore dei Beni Culturali (CH). L’arricchimento semantico di modelli digitali tridimensionali mediante l’integrazione di set di dati eterogenei è di fondamentale importanza per la loro conservazione. La presenta ricerca, applicata al caso studio delle Terme di Diocleziano (Roma), si pone l’obiettivo di illustrare come l’approccio A-BIM (Archaeological Building Information Modeling) sia di ausilio al pro- cesso che, partendo dal rilievo del bene archeologico e dalla raccolta delle informazioni di archivio e rilievo, giunge alla realizzazione di un modello tridimensionale a tre diversi livelli di dettaglio (basso, medio, alto), contenitore di informazioni interrogabili e integrabili con l’evoluzione del bene, utilizzabili per la sua corretta gestione e conservazione.
42° Convegno Internazionale dei Docenti delle Discipline della Rappresentazione Congresso della Unione Italiana per il Disegno
9788835125891
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11589/233858
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact